Formazione, ricerca e innovazione in Svizzera

La presente cronologia ritrae l’evoluzione storica della ricerca e dell’innovazione in Svizzera in un’ottica federale e spiega come sono venute a crearsi le odierne condizioni quadro.

Esclusione di responsabilità:;xNLx;La presente cronologia, non esaustiva, comprende soltanto le principali pietre miliari nei campi della ricerca e dell’innovazione in Svizzera nell’ottica della Confederazione. È previsto un aggiornamento periodico.;xNLx;;xNLx;Non esitate a segnalarci eventuali osservazioni, correzioni o aggiunte: info@sbfi.admin.ch.

1460-04-04 00:00:00

Fondazione dell’Università di Basilea, la più antica in Svizzera

Le altre università svizzere, tutte di ispirazione humboldtiana fin dall’inizio, sono invece sorte per lo più a cavallo tra il XIX e il XX secolo. Foto: Università di Basilea

1500-01-01 11:32:47

Epoca dei naturalisti e dei geni universali

In Svizzera la ricerca nelle scienze naturali inizia nel XVI secolo, condotta soprattutto da naturalisti e geni universali come Paracelso, Leonhard Euler e Albert von Haller. Tra il 1500 e il 1800 hanno vissuto nel nostro Paese quasi 190 studiosi di stampo naturalista, oltre il 70 per cento dei quali nel XVIII secolo. Foto: PFZ archivio fotografico, albrecht-von-haller.ch, dizionario storico de la Svizzera, kids.britannica.com

1815-01-01 00:23:48

Fondazione della Società elvetica di scienze naturali

La Società elvetica di scienze naturali viene fondata nel 1815 e poi ribattezzata Accademia svizzera di scienze naturali (ASSN, dal 1988). Le società affiliate, invece, sono state istituite a partire dalla metà del XX secolo: Accademia svizzera delle scienze mediche (ASSM, 1943), Accademia svizzera delle scienze umane e sociali (ASSU,1946; ex Società svizzera di scienze umane) e Accademia svizzera delle scienze tecniche (ASST, 1981). Le quattro accademie si sono riunite nel 2006 per creare l’Associazione delle Accademie svizzere delle scienze. Foto: akademien-schweiz.ch

1848-01-31 06:25:33

Nascita dello Stato federale

Nel 1848, con la nascita dello Stato federale, entra in vigore la prima Costituzione federale (Cost.). In Svizzera l’organizzazione della formazione generale è di competenza dei Cantoni, a cui secondo la Cost. spetta l’istruzione scolastica di base. La Confederazione è responsabile della formazione professionale e di parte della formazione terziaria. Secondo l’art. 22 Cost. del 1848 alla Confederazione compete la creazione di un’università federale. Foto: Burgerbibliothek Berna

1855-01-01 13:32:46

Fondazione del Politecnico federale di Zurigo (PFZ)

La fondazione del PFZ va intesa come espressione della volontà organizzativa politico-culturale di uno Stato federale ancora giovane e poco coeso. Spronata dall’industrializzazione, la Confederazione voleva rispondere soprattutto alla crescente richiesta di formazioni tecnico-scientifiche in ambito universitario. Lo scopo del PFZ era quello di mettere a disposizione le basi conoscitive necessarie per promuovere l’industrializzazione e formare gli ingegneri di cui il Paese aveva bisogno. Foto: PFZ, archivio fotografico

1874-01-01 06:25:33

Introduzione della scuola elementare obbligatoria

Nel 1874, con la revisione della Costituzione federale, viene introdotto l’obbligo scolastico. Sotto il profilo giuridico, l’istruzione minima prevista dalle leggi scolastiche e dai piani di formazione cantonali può essere impartita da una scuola pubblica o privata, oppure dalle famiglie. Spetta ai Cantoni decidere se oltre alle scuole pubbliche debbano essere istituite anche scuole private. La vigilanza scolastica è di esclusiva competenza comunale e cantonale. Foto: Museo nazionale svizzero

1888-01-01 14:50:42

Fondazione dell’Istituto federale della proprietà intellettuale (IPI)

L’Istituto, con sede a Berna, è responsabile dei diritti di proprietà intellettuale. Nel 1996 gli è stato conferito lo status di istituzione di diritto pubblico. Foto: IPI

1897-01-01 06:25:33

Istituzione della Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE)

Nel 1897 le riunioni dei direttori cantonali della pubblica educazione ‒ fino ad allora saltuarie ‒ diventano una Conferenza permanente e strutturata. Nel settore della politica della formazione, la CDPE consente lo scambio di opinioni ed esperienze, il dialogo con la Confederazione e la condivisione di decisioni e iniziative. Attualmente riunisce i 26 direttori cantonali dell’educazione, della formazione, della cultura e dello sport. Le attività della CDPE si basano giuridicamente sul Concordato del 1970, nato dal bisogno di una maggiore coordinazione in ambito formativo sentito negli anni Sessanta. Foto: CDPE

1906-01-01 00:00:00

Emanazione della prima ordinanza federale sulla maturità

Dopo la nomina, nel 1891, della Commissione federale di maturità (CFM) da parte della Confederazione, nel 1906 viene emanata la prima ordinanza federale sulla maturità. Successivamente, nel 1925, dopo varie consultazioni, è promulgata l’ordinanza concernente il riconoscimento degli attestati liceali. Questa prevedeva inizialmente tre indirizzi: A (umanistico con studio delle lingue antiche, latino e greco), B (indirizzo umanistico con studio del latino e dell'inglese) e C (scientifico e matematico). A questi si sono poi aggiunti i tipi D (lingue moderne) ed E (scienze economiche). Foto: PF Zurigo, archivio fotografico

1909-01-01 14:50:42

Per la prima volta un premio Nobel viene assegnato a uno svizzero: si tratta di Emil Theodor Kocher, professore di chirurgia all’Università di Berna

Nel 2017 erano 21 gli scienziati di cittadinanza svizzera ad avere ottenuto un premio Nobel nelle scienze naturali. A questi vanno aggiunti diversi Nobel per la letteratura e la pace. Foto: nobelprize.org

Formazione, ricerca e innovazione in Svizzera

Launch
Copy this timeline Login to copy this timeline 3d