attrezzi sportivi

L'evoluzione degli attrezzi sportivi dall'antichità ai giorni nostri

Arco: le prime olimpiadi

Il tiro con l'arco fa la sua comparsa alle Olimpiadi di Parigi.

I primi prototipi di canoa

John McGregor, un avvocato londinese, costruisce il primo prototipo di un kayak singolo. Il mezzo era composto di un guscio in quercia e copertura in cedro, dotato di piccola alberatura e vela e prevedeva l'uso della pagaia per lo spostamento. Nel luglio 1866 McGregor fonda il Canoe club e l'anno successivo, sul Tamigi, organizza una prima regata per canoe che comprendeva tre specialità di kayak: kayak racer, kayak leggero e kayak Rob Roy, o da turismo. Nel 1867 l'imperatore Napoleone III incarica McGregor di organizzare una regata canoistica dimostrativa in occasione della Esposizione Universale di Parigi.

Le prime canoe per le Olimpiadi

Vengono approvate le nuove dimensioni dei kayak smontabili da gara in previsione dei Giochi olimpici di Berlino 1936.

La canoa in carbonio

I materiali di costruzione delle canoe e dei kayak cambiano. Il legno lascia inizialmente posto al vetroresina che negli anni Novanta viene sostituito dal carbon/kevlar e dalla fibra di carbonio pura. A seconda della competizione, viene scelto il materiale più adatto.

Canoa: le codifiche

Vengono stabilite le caratteristiche delle imbarcazioni; le dimensioni degli scafi sono uniformate e viene codificata la classificazione.

Il cavallo nella ginnastica

Friedrich Ludwig Jahn, considerato uno dei padri della ginnastica, introduce il cavallo (oltre alle parallele, agli anelli, alla trave per l’equilibrio, e alla spalliera) nel programma di esercizi standard per la ginnastica. Il cavallo di Jahn era molto simile alla realtà, fatto di pelle con una testa e una coda.

La canoa e le tecniche costruttive

Lo scafo dei kayak, mutuato dalle prime canoe smontabili, ha un telaio di legno rivestito di tela gommata, e presenta una forma rotondeggiante. Questa conformazione creava spostamenti alternati a destra e a sinistra, con ricadute negative sull'efficienza in gara dell'imbarcazione. Nel 1965 la tecnica costruttiva del kayak subisce una sensibile innovazione a opera del danese Struer, con il modello 'Hunter', che eliminava tutti i difetti riscontrati in precedenza.

L'arco nudo

Nascono vari tipi di archi di acciaio smontabili in tre pezzi. Il modello più famoso è il Sefab, che per più di un decennio domina ai campionati mondiali.

Arco compound

Alle Olimpiadi di Seul viene utilizzato per la prima volta l'arco compound che utilizza un sistema di carrucole di tipo eccentrico in grado di accumulare una maggiore quantità di energia muscolare nel sistema di flettenti e di ridurre così lo sforzo nel momento di tensione dell'arco.

Arco take-down

Ai Giochi di Monaco compare l'arco take-down prodotto dalla Hoyt, simile agli archi usati attualmente, smontabile con una parte centrale in lega metallica. Questi archi hanno corde in vari materiali, rimpiazzate alla fine degli anni Settanta da quelle anelastiche in kevlar. Dagli anni Ottanta in poi si impiegano corde più robuste in fast-flite, un nuovo materiale che permette di avere corde più resistenti e potenti.

Launch
Copy this timeline Login to copy this timeline 3d

Contact us

We'd love to hear from you. Please send questions or feedback to the below email addresses.

Before contacting us, you may wish to visit our FAQs page which has lots of useful info on Tiki-Toki.

We can be contacted by email at: hello@tiki-toki.com.

You can also follow us on twitter at twitter.com/tiki_toki.

If you are having any problems with Tiki-Toki, please contact us as at: help@tiki-toki.com

Close

Edit this timeline

Enter your name and the secret word given to you by the timeline's owner.

3-40 true Name must be at least three characters
3-40 true You need a secret word to edit this timeline

Checking details

Please check details and try again

Go
Close