attrezzi sportivi

L'evoluzione degli attrezzi sportivi dall'antichità ai giorni nostri

0200 BC-01-01 17:38:37

I guanti in epoca romana

Invenzione dei guantoni attribuita a Clemente di Alessandria. In epoca romana i guantoni evolvono nel caestus, una sorta di guanto rigido che copriva parte dell’avambraccio, formato da cinghie in cuoio a cui poi vennero aggiunte borchie, punte e placche in metallo. Gli incontri diventano sempre più cruenti finché nel I secolo a.C. il caestus viene proibito ufficialmente.

0350-01-01 00:00:00

Il cavallo ai tempi dei Romani

Nel trattato Epitoma rei militaris (L'arte della guerra) scritto da Publio Vegezio Renato si fa riferimento per la prima volta a un attrezzo ginnico utilizzato dai soldati romani per esercitarsi nell'arte dell'equitazione.

0700 BC-01-01 17:38:37

I guantoni nell'antica Grecia

Nell'antica Grecia si trovano testimonianze delle prime protezioni della mano per uso combattivo: gli atleti legano strisce di cuoio, chiamate himantes, intorno alle mani per proteggerle dai colpi.

1280-01-01 22:56:34

Arco Longbow

I gallesi mutuano l’arco lungo dei Vichinghi. Dopo la conquista normanna del Galles (1282), questa tipologia di arco si diffonde in tutta l'Inghilterra divenendo un'arma di fondamentale importanza tattico-strategica.

1300-01-01 07:16:59

La racchetta da tennis nell'Impero Romano

La racchetta da tennis esiste fin dai tempi dei romani, utilizzata per il gioco della pallacorda e per quello del volano. Inizialmente per colpire la palla si utilizza la mano nuda, poi coperta da guanti e infine il tentativo è quello di intrecciare dei nastri tra le dita. Nel XIV secolo finalmente nasce una prima racchetta assimilabile a quella moderna, con un manico molto lungo e una piccola testa a forma di lacrima, con corde di budello.

1365-01-01 17:38:37

Gli esordi degli sci

Possiamo dire che lo sci nasce con l'uomo, ancora prima della ruota, e nasce come mezzo di locomozione nei paesi più freddi come Siberia e Mongolia fin dalla preistoria. Inizialmente si tratta di una scarpa da neve che si è sempre più allungata per dare stabilità a chi la indossa. I primi esemplari di attacchi sono realizzati in vimini e si indossa una speciale scarpa per poterli utilizzare con una tecnica che lascia il tallone libero. Una prima testimonianza concreta di questo oggetto arriva dalla Norvegia: è stato ritrovato un paio di sci con racchette risalente al 2500 a.C. Nel 2000 a.C. i Lapponi utilizzano dei particolari sci: un vero e proprio sci lungo e stretto legato al piede destro e uno molto più corto, foderato di pelle di foca, legato al piede sinistro e usato per darsi la spinta sulla neve. Al 1000 a.C. risalgono altre testimonianze provenienti dalla regione cinese di Mukden, che parlano di assicelle di legno con la punta ricurva, fissate ai piedi con dei lacciuoli e abbinate a dei bastoncini. Nel 1555 l'arcivescovo di Uppsala Olaus Magnus descrive lo sci come ricoperto di pelle di foca e utilizzato grazie all'ausilio di un lungo bastone. Sia dai trattati dell'arcivescovo che da altre informazioni storiche si evince l'utilità dello sci in tutti i periodi storici e in moltissime situazioni: questo attrezzo infatti è da sempre utilizzato sia per usi civili che bellici e venatori.

1480-01-01 17:38:37

Pelle imbottita di lana: le prime palline da tennis

Luigi XI fa realizzare le prime, primordiali palline da tennis con pelle imbottita inizialmente di lana e poi anche di gesso, sabbia, segatura o terra. In Scozia invece le prime palline sono realizzate artigianalmente avvolgendo della lana attorno allo stomaco di pecore o capre e fermando il tutto con una corda. Nel secolo successivo le palline vengono costruite anche con pellicce di animali chiuse con corde fatte di muscoli animali, oppure si avvolgono strisce di lana o panni bianchi attorno a piccole palline.

1500-01-01 00:00:00

Prime testimonianze del pallone

Le prime testimonianze di un gioco con la palla risalgono al VI secolo a.C. e attestano che in Giappone si pratica il Kemari, un gioco che consiste nel palleggiare una palla, fatta con un involucro di cuoio al cui interno era inserita una vescica di animale gonfiata, cercando di non farle mai toccare terra. Nel II secolo a.C. a Roma si pratica l'Arpasto, un gioco piuttosto violento in cui i contendenti si strappano un pallone con veemenza. Il poeta romano Marco Valerio Marziale (38/41-104 d.C.) dà testimonianza di due tipi di pallone usati a quei tempi: la pila paganica fatta di cuoio e piena di piume e la pila follis, sempre di cuoio ma con camera d'aria costituita da una vescica. In epoca moderna, in particolare nella Firenze medicea, si pratica il calcio fiorentino, giocato con una palla formata da pezzi di cuoio, al cui interno si trova una vescica di maiale con funzioni di camera d'aria. Tra la vescica e il cuoio veniva posta una pelle scamosciata.

1537-01-01 00:00:00

Arco e polvere da sparo

Con l’invenzione della polvere da sparo e del moschetto l’arco non è più considerato arma fondamentale da guerra e viene riservato alle attività sportive. Nel 1537, il re Enrico VIII promuove il tiro con l'arco sportivo in Inghilterra.

1734-01-01 20:54:12

I guantoni da combattimento

Jack Broughton formula il primo codice di disciplina per i combattimenti moderni e inventa i guantoni da combattimento.

1760-01-01 20:54:12

I pattini a rotelle di John Joseph Merlin

John Joseph Merlin realizza una versione primitiva dei pattini in linea con delle ruote in metallo. I primi pattini a rotelle in realtà erano in realtà comparsi qualche anno prima, nel 1743, su un palco di Londra, opera di un inventore di cui però non si hanno più tracce.

1789-01-01 00:00:00

Arco turco

Viene documentato il miglior tiro mai effettuato con un arco: l'imperatore ottomano Selim III scaglia due frecce da competizione a 889 metri, impresa mai eguagliata con archi di costruzione tradizionale.

1792-01-01 07:11:48

Celerifero o Velocifero

Un nobile francese, il conte de Sivrac realizza un veicolo a due ruote con manubrio fisso, senza pedali né freni, solitamente ornato anteriormente da una testa di animale. Nel 1817 il velocifero subisce un'importante trasformazione grazie al brevetto del tedesco Karl Drais: viene introdotto lo sterzo orientabile. Il nuovo mezzo si chiama Laufmaschine o Draisienne.

1800-01-01 17:38:37

Le prime divise da scherma

Nel XIX secolo le spade in legno, prime armi utilizzate nella scherma, sono sostituite da spade con lamina in metallo. Per quanto la lama sia molto flessibile e poco pericolosa, si rende necessario ben presto introdurre maschere protettive per il viso. Inizialmente si tratta di maschere in pelle molto spessa, che coprono il viso ma hanno il difetto di lasciare scoperti e non protetti gli occhi. Parallelamente al miglioramento della qualità del metallo della lama, evolve anche la maschera che, nella prima metà del’800 diventa una maschera con rete in metallo, simile a quella che conosciamo oggi, inizialmente poco diffusa e poi sempre più utilizzata a partire dalla seconda metà del XIX secolo. Solo successivamente si iniziano a utilizzare delle divise specifiche per la pratica della scherma che inizialmente consistono semplicemente in una giacca in pelle. Perché oggi le divise sono bianche? Perché rapidamente ci si è resi conto che questo colore avrebbe permesso immediatamente di riconoscere una ferita, a causa della macchia di sangue che si sarebbe vista chiaramente, e per questo le divise di questo colore prendono piede già alla fine dell’800.

1810-01-01 07:16:59

Il cavallo nella ginnastica

Friedrich Ludwig Jahn, considerato uno dei padri della ginnastica, introduce il cavallo (oltre alle parallele, agli anelli, alla trave per l’equilibrio, e alla spalliera) nel programma di esercizi standard per la ginnastica. Il cavallo di Jahn era molto simile alla realtà, fatto di pelle con una testa e una coda.

1819-01-01 17:38:37

Il primo brevetto di pattini a rotelle

Vede la luce il primo progetto brevettato di un pattino a rotelle, in Francia, ad opera di M. Petitbled. Precursori degli attuali modelli, sono però goffi e non consentono molta manovrabilità, anche se già nel 1823 Robert John Tyers brevetta "Rolito", un pattino con cinque rotelle su un'unica linea. L'evoluzione di questo attrezzo continua durante tutto il XIX° secolo.

1825-01-01 17:38:37

Nasce il pallone da rugby

William Gilbert, calzolaio con bottega proprio davanti all'Università della città di Rugby, è il primo fornitore di palloni ovali per la squadra universitaria: una vescica di maiale gonfiata e ricoperta da quattro strisce di cuoio cucite assieme. Perchè questa forma ovale? Per un motivo molto semplice: la vescica di maiale, una volta gonfiata, ha questa naturale forma allungata, raramente è perfettamente rotonda. La vescica va gonfiata quando ancora è fresca -e quindi maleodorante- da uomini con ottimi polmoni, data la potenza necessaria: il gonfiaggio avviene tramite un tubicino di argilla inserito direttamente nell'apertura della vescica. Le dimensioni dei palloni non sono sempre identiche, dato che dipendono fondamentalmente dalla vescica utilizzata.

1839-01-01 07:11:48

Veicolo a pedali

Viene realizzata un veicolo dotato di pedali, tiranti e leve, il primo modello in cui i piedi non devono toccare il suolo per spingere. Parallelamente altri sette inventori tra cui Thomas McCall nel 1869 costruiscono modelli similari. Non hanno seguito perché gli esemplari così costruiti non hanno abbastanza spinta.

1850-01-01 17:38:37

Gli sci da discesa

Nasce la tecnica del Telemark, che per la prima volta consente di utilizzare gli sci come strumento per affrontare discese. Da quel momento in poi si sviluppano diverse scuole di costruzione degli sci, a seconda dell'uso che se ne deve fare, quindi sci sempre più stretti e lunghi per spostarsi in piano e sci sempre più larghi e corti per la discesa. Nei primi anni del '900 gli sci sono ancora realizzati in legno, coperti da uno strato di vernice protettiva, ben presto sostituiti da sci in lamina metallica ideati per puro caso da Head (fondatore della omonima azienda di articoli sportivi), un pilota di idrovolanti che utilizzò i pattini del suo aereo in sostituzione degli sci dimenticati a casa. Rapidamente i materiali si affinano e negli anni '60 vengono introdotte le prime lamine metalliche laterali.

1855-01-01 17:38:37

La gomma vulcanizzata per i palloni da calcio

Charles Goodyear progetta e costruisce i primi palloni da calcio in gomma vulcanizzata.

1859-01-01 07:11:48

Le mazze da baseball diventano rotonde

Le mazze della seconda metà dell'800 non sono assolutamente standardizzate e ne esistono di lunghe, corte, piatte e più o meno pesanti. Solo nel 1859 si capisce che le mazze arrotondate, simili a quelle che conosciamo oggi, funzionano meglio e viene di conseguenza stabilita una misura massima per quanto riguarda il diametro: 2,5 pollici, ovvero circa 6,3 centimetri. Non vi sono indicazioni per la lunghezza fino al 1869, quando viene limitata a 42 pollici (107 centimetri scarsi), limite valido ancora oggi. Il diametro passa a 2,75 pollici (circa 7 centimetri) nel 1890.

1860-01-01 07:11:48

Il bicicletto

In Francia si conia per la prima volta il termine bicicle per indicare il veicolo a due ruote che prenderà in seguito il nome di bicicletto e di bicicletta. L'anno successivo viene realizzato il michaudine, il primo veicolo con pedali a pedivella (manovella) e con freni (a tampone). I suoi inventori sono Pierre Michaux e suo figlio Ernesto. Bisogna però aspettare il 1879 per vedere prodotta la prima bicicletta azionata da una catena a pedali. L'invenzione si deve all'inglese Harry John Lawson. L'ultimo decennio dell'Ottocento vede il passaggio dal telaio a croce o “trave” al telaio a trapezio o “diamante”. Lo sviluppo di questo telaio è ancora usato nelle biciclette di oggi. Nel corso del Novecento la bicicletta viene utilizzata anche come mezzo di trasporto nella Grande Guerra e adattata all'uso di vari mestieri.

1860-01-01 17:38:37

Il disco da hockey in legno

A Kingston (Regno Unito) viene disputata una partita tra veterani di guerra in cui fa la sua comparsa un disco di legno in luogo della pallina normalmente usata fino ad allora.

1862-01-01 07:11:48

I palloni da rugby con camera d'aria

Richard Lindon applica ai palloni da rugby le prime camere ad aria in gomma (sfruttando l'invenzione di una decina di anni prima, rivendicata sia da Goodyear che da Hancock). A Lindon si deve anche l'introduzione delle prime pompe di ottone per il gonfiaggio dei palloni. Sono in seguito principalmente le successive generazioni della famiglia Gilbert, prima fornitrice di palloni ovali, a portare avanti la storia della produzione dei palloni da rugby, perfezionandole e standardizzandole sempre più. Nel 1892 vengono codificati per la prima volta dei regolamenti per la palla da rugby: circonferenza massima e minima rispettivamente di 75 e 62 centimetri, peso di 400 grammi e lunghezza di circa 27 centimetri, ridotta poi di un pollice (circa 2,5cm) nel 1932 su richiesta di Percy Royals, un personaggio di grande influenza nel mondo del rugby dell'epoca. Anche il peso, di conseguenza, diminuisce di circa 100 grammi.

1863-01-01 17:38:37

I pattini curvano

James Leonard Plimpton realizza a New York il primo pattino con 4 ruote disposte a coppie e dotato di un cuscinetto di gomma a perno che permette di curvare in maniera agile e semplice. Nel 1876 William Brown a Birmingham in Inghilterra, assieme a Joseph Henry Hughes (detentore del brevetto dei cuscinetti a sfera per le biciclette), lavora al progetto che prevedeva di rendere indipendenti le coppie di ruote dall'asse che le congiungeva: un progetto che rivoluziona il mondo delle ruote di pattini e skateboard e che è alla base del pattinaggio moderno. Sempre nel 1876 nasce il freno a tampone, inizialmente posizionato sulla punta del pattino, oggi sul tacco. È invece del 1884 il brevetto dei cuscinetti a sfera in acciaio, a opera di Levant M. Richardson: l'attrito si riduce e la velocità raggiungibile aumenta notevolmente. Inizialmente le scarpe sono di tipo rigido, per poi diventare sempre più morbide e flessibili già a partire dalla metà degli anni '70 dell'Ottocento.

1865-01-01 00:00:00

I primi prototipi di canoa

John McGregor, un avvocato londinese, costruisce il primo prototipo di un kayak singolo. Il mezzo era composto di un guscio in quercia e copertura in cedro, dotato di piccola alberatura e vela e prevedeva l'uso della pagaia per lo spostamento. Nel luglio 1866 McGregor fonda il Canoe club e l'anno successivo, sul Tamigi, organizza una prima regata per canoe che comprendeva tre specialità di kayak: kayak racer, kayak leggero e kayak Rob Roy, o da turismo. Nel 1867 l'imperatore Napoleone III incarica McGregor di organizzare una regata canoistica dimostrativa in occasione della Esposizione Universale di Parigi.

1865-01-01 17:38:37

I guantoni e "Le regole del marchese"

Il marchese John Sholto Douglas scrive, insieme all'atleta John Graham Chambers, le "Regole del marchese di Queensberry", ovvero il codice della boxe scientifica, che prevede l'introduzione dell'uso obbligatorio dei guanti: nasce così la boxe moderna.

1865-01-01 17:38:37

I pattini da ghiaccio

La prima coppia di pattini da ghiaccio risale a più di 4000 anni fa ed è ritrovata in fondo a un lago svizzero: ossa di animali bucate alle estremità per far passare lacci di cuoio e legarle al piede. Le successive tracce storiche di questo attrezzo risalgono al XIV° secolo e arrivano dall'Olanda, dove si è trovata testimonianza pattini con fondo di ferro e rudimentali suole di legno, unitamente a dei sottili pali in legno impiegati per spingersi sul ghiaccio. Nel 1848 E.V. Bushnell di Philadelphia, inventa il primo morsetto d'acciaio per pattini. Ma la vera rivoluzione arriva nel 1865, quando Jackson Haines sovverte il mondo del pattinaggio su ghiaccio avvitando le lame direttamente sullo stivale, novità che permette da allora di volteggiare in maniera molto più armonica e di danzare sul ghiaccio come mai era stato possibile prima. Sempre ad Haines si deve, nel 1870, l'introduzione di piccoli dentini sulla punta della lama che consentono di controllare meglio il pattino.

1870-01-01 20:54:12

La pallina da tennis e la gomma vulcanizzata

Walter Clopton Wingfield importa in Inghilterra dalla Germania le prime palline di gomma vulcanizzata, evolute poi in palline di gomma vulcanizzata riempite d'aria, leggere e colorate di rosso o grigio. Il rivestimento in flanella arriva con John Moyer Heathcote.

1874-01-01 17:38:37

Il primo brevetto di racchetta da tennis

Walter Wingfield C. brevetta la prima racchetta a Londra, con un successo che nel giro di un anno la porta in Russia, India, Canada e Cina. La testa della racchetta è più grande del passato, arrotondata e appiattita verso l'alto, ma sostanzialmente molto simile a quelle che ancora si possono vedere negli anni '70. Dall'inizio della sua storia fino agli anni '70 la racchetta è sempre stata in legno, a parte timidi e isolati tentativi con teste in metallo intorno al 1889.

1875-01-01 17:38:37

Il primo disco da hockey in gomma

A Montreal il proprietario di una pista al coperto mette a disposizione dei giocatori un disco ricavato da una pallina di gomma tagliata a metà.

1875-01-01 17:38:37

Racchette da tennis o da tennis tavolo?

Nell'800 le racchette da tennis tavolo sono simili a quelle da tennis, ma molto più piccole. Manico lungo e forma ovale, costruite con corde o carta pecora. Nel 1890 nascono le prime racchette di legno o compensato, materiale che però non resiste a lungo senza deformarsi e per questo si pensa di rivestirlo in copale, una resina vegetale di origine fossile. Il copale però non risolve il problema: è scivoloso e per questo vengono testati diversi materiali nel corso del tempo (sughero, tele, gomme) fino ad arrivare al tentativo più riuscito, quello dell'inglese Cood, il quale decide di impiegare una stuoia di gomma a rete per rivestire il legno, ottenendo strabilianti risultati. Nel 1892 compare per la prima volta una gomma a puntini, impiegata poi nuovamente negli anni '30 del Novecento dal campione ungherese Barna e utilizzata fino agli anni '60, quando nasce l'abitudine di impiegare, anche per un unico match, più tipologie di racchette a seconda del gioco che si vuole impostare: legno, sughero, gommapiuma puntinata etc. Il vero boom della gommapiuma arriva nel 1952, quando il giapponese Hiroji Satoh la impiega laureandosi campione del mondo.

1880-01-01 20:54:12

Bob: il primo prototipo

Ad Albany (New York) viene progettato il primo prototipo unendo con una tavola due vecchie slitte in legno a cui si aggiunse in un secondo tempo un meccanismo di sterzo. Il progetto iniziale ispirò in seguito molti altri paesi, tra cui la Russia, paese in cui furono inventate le troike trainate da cavalli, utilizzate soprattutto dai contadini per muoversi nelle steppe innevate.

1888-01-01 07:11:48

Palloni poco rotondi

Le partite della Football League inglese sono giocate con palloni realizzati a mano, rivestiti di pelle e con un grosso problema: non tengono a lungo la forma sferica. Non sono mai quindi perfettamente rotondi, e gonfiarli richiede una certa abilità. Inoltre sono chiusi da lacci potenzialmente molto dolorosi. Queste criticità vengono risolte negli anni Cinquanta del Novecento con l'introduzione delle valvole.

1891-01-01 07:11:48

Basket: nasce un pallone dedicato

James Naismith, insegnante di educazione fisica nordamericano, inventa il gioco del basket che inizialmente viene praticato con palloni da soccer. In seguito sono realizzati palloni costruiti appositamente per il basket fatti da pannelli di cuoio cuciti insieme con una camera d'aria di gomma all'interno. In un secondo momento viene aggiunto un rivestimento in panno al cuoio per conferire maggiore presa.

1895-01-01 07:11:48

La pallavolo e i primi palloni ad hoc

William G. Morgan inventa la pallavolo che combina elementi di basket, baseball, pallamano e tennis in un unico sport. Nessuna però delle palle esistenti al momento era adatta al gioco. Originariamente i primi palloni sono realizzati con una camera d'aria mutuata da un pallone da basket, ma questo tipo di palla risultava troppo lenta perché non era abbastanza pesante.

1898-01-01 17:38:37

Bob: le prime gare

I bob delle prime gare, detti toboggan, prevedono 5 o 6 persone (l'attuale disciplina olimpica prevede gare a 2 o a 4) sono costruiti completamente in legno. In anni successivi vengono introdotti i pattini in acciaio.

1899-01-01 17:38:37

Bob-sleigh

Viene presentato il primo bob con elementi di acciaio e munito di un sistema di comando a fune che può essere considerato un precursore di un sistema di sterzo. L'equipaggio guida in posizione seduta, a differenza di altri mezzi in cui si scendeva in posizione 'ventre a terra'.

1900-01-01 01:16:30

Arco: le prime olimpiadi

Il tiro con l'arco fa la sua comparsa alle Olimpiadi di Parigi.

1900-01-01 07:11:48

Il pallone da pallavolo

Per il gioco della pallavolo viene creata una palla specifica costituita da tre strati: una camera d'aria in lattice, una garza coprente e uno strato esterno di pelle.

1900-01-01 07:16:59

Asta: il bambù

Nelle gare di salto gli atleti usano aste in bambù.

1900-01-01 17:38:37

Le moderne scarpe da calcio

Le primissime scarpe da calcio di cui si ha testimonianza sono commissionate da Enrico VIII al cordaio della Real Casa, Cornelius Johnson, durante il suo regno, nel 1526. Si tratta di scarpe simili a stivaletti e realizzati in cuoio molto rigido. I primi tacchetti arrivano qualche anno dopo, in cartone pressato. Nella seconda metà dell'800 il calcio diventa sempre più popolare, in particolare in occasione delle olimpiadi del 1896, e iniziano produzioni sia artigianali che industriali di questo attrezzo, con la comparsa di scarpini pesanti fino a 1 kg e alti fino alle caviglie, oltre che dei primi tacchetti in ferro. La vera rivoluzione arriva però con la produzione Adidas all'inizio del '900, che introduce i tacchetti intercambiabili in gomma.

1905-01-01 20:54:12

Canoa: il kayak smontabile

Il tedesco Alfred Heurich realizza un modello di kayak smontabile in legno e tela gommata, in grado di offrire due evidenti vantaggi: semplicità di trasporto e facilità di montaggio.

1914-01-01 07:11:48

I pattini con lama in acciaio temperato

J.E. Strauss, un fabbricante di pattini del Minnesota, progetta e realizza una lama costituita da un unico pezzo di acciaio temperato, che conferisce ai pattini solidità e leggerezza. Questa lama ha i bordi molto inclinati e ha una larghezza di appena 6 millimetri. La punta è arrotondata proprio contro la punta dello stivale, infilata in un intaglio appositamente realizzato per ospitarla.

1920-01-01 07:11:48

Le tavole hawaiane

Le prime tracce di tavole da surf risalgono ai primi anni del 1800 alle isole Hawaii. Le tavole, rudimentali, sono realizzate in legno, ricavato dalle piante locali come l'acacia koa, e sono lunghe molto pesanti. Grazie alla continua diffusione di questo sport e all'introduzione in campo nautico di materiali leggeri e robusti, le tavole da surf negli anni hanno subito continue evoluzioni e migliorie, perfezionando la leggerezza dei materiali e la forma della tavola. Inoltre grazie all'introduzione di una o più pinne poste a poppa è stato possibile raggiungere una maggiore stabilità di manovra.

1924-01-01 17:38:37

Canoa: le codifiche

Vengono stabilite le caratteristiche delle imbarcazioni; le dimensioni degli scafi sono uniformate e viene codificata la classificazione.

1924-01-01 17:38:37

Il primo brevetto di mazza da baseball

Viene depositato il primo brevetto per una mazza in metallo, che viene però introdotta nel gioco solo nel 1970, nella versione in alluminio.

1930-01-01 07:16:59

Asta: le prime aste in metallo

Compaiono le prime aste in metallo che vengono utilizzate fino alle Olimpiadi di Roma del 1960.

1931-01-01 07:11:48

I difetti dei primi dischi da hockey

Nelle gare ufficiali si utilizza un disco composto da due parti di gomma con angoli smussati. Il puck così costruito offre una velocità di scorrimento maggiore ma ha il difetto di rompersi con tiri troppo violenti.

1932-01-01 17:38:37

La comparsa del costume da nuoto

Ai Giochi di Los Angeles fa la sua comparsa il primo costume realizzato appositamente per una competizione agonistica. A indossarlo è la nuotatrice australiana Claire Dennis che vince l’oro nei 200 rana, a realizzarlo è la società australiana Speedo.

attrezzi sportivi

Launch
Copy this timeline Login to copy this timeline 3d

Contact us

We'd love to hear from you. Please send questions or feedback to the below email addresses.

Before contacting us, you may wish to visit our FAQs page which has lots of useful info on Tiki-Toki.

We can be contacted by email at: hello@tiki-toki.com.

You can also follow us on twitter at twitter.com/tiki_toki.

If you are having any problems with Tiki-Toki, please contact us as at: help@tiki-toki.com

Close

Edit this timeline

Enter your name and the secret word given to you by the timeline's owner.

3-40 true Name must be at least three characters
3-40 true You need a secret word to edit this timeline

Checking details

Please check details and try again

Go
Close